Il figlio vuole i capelli alla CR7, ma il padre sceglie l'altro Ronaldo

Calcio

Il figlio chiede al genitore di tagliargli i capelli seguendo il look del suo idolo Ronaldo. Il portoghese, non il brasiliano. Ma il padre lo tradisce e imita lo stile di Ronaldo il Fenomeno nella finale Mondiale del 2002

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Mai farsi tagliare i capelli da un genitore. Tuttavia di questi tempi, dove si è costretti a stare a casa data l'emergenza Coronavirus, è un male necessario dai risultati imprevedibili. Chiedere ad un bambino tifoso del Chelsea per credere. In un video che sta spopolando sui social, questo piccolo sostenitore dei Blues viene ripreso mentre chiede al padre di rifargli il look. Impossibile sbagliarsi, perché la richiesta è chiara e precisa, con tanto di foto sul proprio cellulare. Vuole i capelli alla Cristiano Ronaldo, non quelli con il codino finale ma con la riga laterale. Proprio ieri, tra l'altro, il portoghese ha fatto sorridere i suoi 210 milioni di followers postando su Instagram una scena in cui la compagna Georgina gli passa la macchinetta sulla testa. Un "fai da te" inevitabile anche per i grandi del calcio mondiale. Bene, il padre del bambino inglese non si è rifutato di aiutare il figlio, ma forse sarebbe stato meglio il contrario. 

Lo scherzo

Già, perché il risultato finale è da dimenticare. Per il bimbo almeno, non per lui. Il video infatti termina con delle sonore risate da parte del genitore, il quale ha sì tagliato i capelli alla Ronaldo. Non quello portoghese però, ma quello brasiliano! E il look non è nemmeno dei più banali, dal momento che si tratta della mezzaluna proposta nella finale dei Mondiali 2002 vinta contro la Germania. Il ragazzino, dopo essersi guardato allo specchio, non la prende benissimo con il padre che continua a ridere affermando di aver seguito le indicazioni. E' in quel momento che tira fuori dalla tasca il proprio cellulare: lo schermo si illumina e compare la foto di Ronaldo il Fenomeno. Uno scherzo in piena regola, la prossima volta sarà meglio osservare tutto più attentamente.

CALCIO: SCELTI PER TE