Coppa Africa, i risultati degli ottavi: Costa d'Avorio ai quarti, Tunisia avanti ai rigori

Coppa D'Africa

Ultima giornata di ottavi in Coppa d'Africa. La Costa d'Avorio di Kessié avanza ai quarti, dove troverà l'Algeria. Vittoria per 1-0 sul Mali. Chiude il quadro il successo ai rigori della Tunisia contro il Ghana. Decisiva la parata del portiere Ben Mustapha, mandato in campo al 121'. Ora la sfida con la sorpresa Madagascar

LIVE: TUTTE LE NOZITIE DI MERCATO 

MADAGASCAR E ALGERIA AI QUARTI

FOTO. EGITTO ELIMINATO, SALAH IN LACRIME

MALI-COSTA D'AVORIO 0-1

76' Zaha

MALI (4-1-4-1): Diarra; H. Traoré, Wagué, Fofana, Koné; Samassekou; Diaby (53' A. Traore), Haidara (63' A. Traoré), L. Coulibaly (80' K. Coulibaly), Djenepo; Marega. Ct: Magassouba

COSTA D’AVORIO (4-2-3-1): Gbohouo; Bagayoko, I. Traoré, Kanon, W. Coulibaly; Gbamin, Dié; Pépé (67' Cornet), Kessié, Zaha; Kodjia (85' Bony). Ct: Kamara

Ammoniti: L. Coulibaly (M), Bagayoko (CA)

Basta un gol di Wilfried Zaha alla Costa d'Avorio per i quarti di finale. Mali ko, solo 1-0 e solo a quindici minuti dal termine. Una zampata dell'attaccante del Crystal Palace decide la partita dopo le tante occasione sprecate dagli avversari, pericolosissimi soprattutto nel primo tempo ma mai bravi abbastanza per finalizzare. Almeno quattro le chance nei primi venti minuti per la nazionale anche di Molla Wagué dell'Udinese. Pericolosissimo soprattuto Diaby, i cui tentativi sono stati o neutralizzati dal portiere avversario o spediti direttamente sul fondo. Da segnalare, nel primo tempo, anche un erroraccio dell'attaccante del Porto Marega in piena area su suggerimento dalla sinistra. Nella ripresa inizia invece a farsi vedere la Costa d'Avorio, che spreca soprattutto al 67' un facile gol con Kodjia, tutto solo lanciato contro il portiere avversario. Alla prima disattenzione del Mali arriva poi il gol partita, di Zaha lanciato in porta a battere col destro Diarra in uscita. Ora in programma i quarti (giovedì 11 luglio) contro l'Algeria di Mahrez, sempre vincente fin qui nel torneo.

GHANA-TUNISIA 5-6 d.t.r.

73' Khenissi (T), 91' aut. Bedoui (T)

Serie ai rigori: Wakaso gol (G), Sliti gol (T); J. Ayew gol (G), Khazri gol (T); Ekuban parato (G), Bronn gol (T); Lumor gol (G), Meriah gol (T); Thomas gol (G), Sassi gol (T)

GHANA (4-2-3-1): Ofori; Yiadom, Kasim Adams, Boye, Baba Rahman (116' Lumor); Acquah (75' Ekuban), Wakaso; Owusu (107' Kwabena), Thomas, A. Ayew (84' Gyan); J. Ayew. Ct: Kwesi Appiah

TUNISIA (4-3-3): Hassen (121' Ben Mustapha); Kechrida, Bronn, Meriah, Haddadi; Chaalali, Skhiri Sassi; Badri (68' Khazri), Khenissi (90' Bedoui), Msakni (82' Sliti). Ct: Giresse

Ammoniti: Boye (G), Bronn (T), Msakni (T), Wakaso (G), Kasim Adams (G)

Nell'altra partita della serata è la Tunisia a completare il quadro degli ottavi di finale, passando ai rigori contro il Ghana e raggiungendo i quarti dove affronterà la sorpresa Madagascar. Dopo l'harakiri del cambio di Bedoui (dentro al 90' per difendere l'1-0 tunisino e autore al 91' dell'autogol per l'1-1 finale), decisivo è stato l'altro cambio, azzeccato, del portiere Ben Mustapha in campo al 121' al posto del titolare Hassan solo per affrontare i rigori. Fondamentale la sua parata al terzo tiro di Ekuban e la perfezione dei tunisini, a segno in tutti e cinque i tiri dagli undici metri.

Nei novanta (e poi centoventi) minuti la partita ha invece raccontato un pareggio giusto. Col Ghana a far meglio nel primo tempo (vicino alla rete del vantaggio con un palo, una grande parata di Hassen sull'ex Serie A Acquah e una rete annullata), e con i tunisini a creare di più nella ripresa. Al 71' Khenissi colpisce un palo, due minuti prima di trovare il gol del vantaggio anticipando tutti in area su cross basso dalla destra di Kechrida. Finale di grandi emozioni col forcing offensivo del Ghana premiato dalla sciagurata autorete di Bidoui al 91', un minuto e dieci secondi dopo il suo ingresso in campo. Dunque i supplementari, dove a vincere è stata invece la stanchezza. Jordan Ayew si divora, solo contro il portiere, il vantaggio al 116'. Al 121' il cambio in porta per la Tunisia con Hassen che, inizialmente, si rifiuta di uscire come fece Kepa con Sarri nell'ultima finale di Coppa di Lega tra Chelsea e Manchester City. Poi la resa, la parata di Ben Mustapha e la gioia dopo il quinto rigore di Sassi.

Il calendario dei quarti

Senegal-Benin, mercoledì 10 luglio, ore 18.00

Nigeria-Sudafrica, mercoledì 10 luglio 2019, ore 21.00

Costa d'Avorio-Algeria, giovedì 11 luglio, ore 18.00

Madagascar-Tunisia, giovedì 11 luglio, ore 21.00

I più letti di calcio