28 agosto 2017

Nazionale Under 21, Di Biagio: "Cutrone ricorda Belotti"

print-icon
di_

Il commissario tecnico dell'U21 inaugura il nuovo corso ed esalta le qualità di Cutrone: "Ha grande fame, si allena sempre come se stesse preparando la partita della vita. Ricorda Belotti in questo. Il nostro obiettivo? Preparare i giovani per la Nazionale di Ventura"

"L'esplosione di Cutrone? Ha grande fame e voglia di far bene, si allena sempre come se stesse preparando l'ultima partita della vita. In questo è un po' come Belotti. Lo conosciamo da sempre, dall'Under 15. Ha una famiglia importante, che gli ha dato dei valori. Non deve mai perdere questa voglia e dovrà stare attento nel momento in cui capirà di essere forte", parole chiare quelle di Luigi Di Bigio. Nel primo giorno di raduno del nuovo ciclo della Nazionale Under 21, il commissario tecnico azzurro affronta diversi temi. "Ho deciso le convocazioni da un mese, ho visto crescere questi ragazzi. Giocheremo con il 4-4-2, perché dobbiamo preparare i nostri giovani per la nazionale di Ventura. Abbiamo direttive precise. La mia scelta di restare con l'under 21? A marzo e aprile ho ricevuto richieste da vari club e ne ho parlato col presidente Tavecchio per correttezza: lui mi ha bloccato subito dicendomi che sarei rimasto qui e io mi sono fermato. Mi piace lavorare con i giovani, ho sposato questa programmazione", le parole di Di Biagio.

"Il nostro obiettivo è preparare i giovani per la Nazionale di Ventura"

Nazionale Under 21 al primo giorno di raduno del nuovo biennio, Di Biagio parla così del nuovo corso che attende la sua Nazionale, subito impegnata nelle amichevoli contro Spagna e Slovenia: "Le sensazioni sono positive, gli stimoli sempre massimi, altrimenti non sarei qui. Meglio una vittoria agli Europei in casa o alle Olimpiadi di Tokyo? Mi piacerebbe vincere tutto, ma ora il nostro obiettivo è preparare i giovani per la nazionale maggiore. Giocare gli Europei in casa nel 2019 è uno stimolo importante, anche se in un certo senso mi dispiace pure : sarebbe stato meglio giocare un girone di qualificazione per tanti motivi. In questo biennio, comunque, cercheremo di giocare tante partite importanti per testare il nostro livello. Con una certezza: oggi possiamo giocare alla pari e battere Spagna, Germania e Inghilterra, cosa che fino a qualche anno fa non capitava", ha concluso Di Biagio.

I PIU' VISTI DI OGGI