Bolt, futuro in nazionale giamaicana? C'è l'apertura del presidente della Federazione: "Lo stiamo monitorando"

Calcio

Michael Ricketts, presidente della Jamaican Football Federation: "Se si dimostrerà abbastanza bravo verrà convocato: ci piacerebbe vederlo giocare, attirerebbe tanti tifosi e porterebbe tante persone a vedere le partite della Giamaica"

BOLT, ECCO I PRIMI DUE GOL DA CALCIATORE

BOLT CALCIATORE: "CORRERE è IL MIO PROBLEMA"

Non ha ancora esordito in una partita ufficiale, ma c’è già chi parla di una possibile convocazione in nazionale per Usain Bolt. L’ex velocista giamaicano, leggenda dell’atletica grazie ai suoi record nei 100 e 200 metri, coltiva ancora il sogno di diventare un calciatore professionista ma non è ancora riuscito a trovare una squadra che lo soddisfi pienamente. Bolt, dopo gli allenamenti col Dortmund e l'amichevole giocata con i norvegesi dello Stromsgodset, aveva rifiutato l’offerta proveniente da Malta, Valletta, e ha poi svolto un periodo di prova gratuito in Australia con il Central Coast Mariners: con il club australiano ha giocato (e segnato) in amichevole, ma date le sue alte pretese, non ha ancora trovato un accordo e firmato un contratto, tanto che è stato escluso dagli allenamenti fino a quando "non verrà formalizzato un accordo contrattuale con il club".

Il presidente Ricketts: "Attirerebbe molti tifosi"

Ciononostante, il presidente della federazione giamaicana (Jamaica Football Federation) Michael Ricketts, non ha affatto escluso un futuro di Bolt in nazionale. Anzi, lo ha quasi caldeggiato e in un’intervista a ESPN ha ammesso: "Anche se sono un po’ deluso che Bolt non abbia ancora firmato con una squadra giamaicana, lo stiamo comunque monitorando. Se si dimostrerà abbastanza bravo – ha proseguito – allora verrà convocato. La decisione spetterà all’allenatore, ma vederlo in una gara ufficiale ci piacerebbe". I benefici derivanti dalla presenza di Bolt nell’organico della Giamaica – secondo Ricketts – sarebbero sia di natura tattica che mediatica: "Ha una velocità speciale, se riuscirà ad aggiungere un po’ di abilità e talento, lo convocheremo e potrà essere accolto nel gruppo: i calciatori ne sarebbero felici, ho già parlato con alcuni di loro. Per quando giocheremo la Gold Cup speriamo abbia avuto la possibilità di scendere in campo, così potremo decidere. E poi – ha concluso – attirerebbe molti tifosi: vederlo con la maglia della Giamaica porterebbe tante persone a vedere le nostre partite".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche