Coppa d'Asia, Osako show: il Giappone è la prima finalista, battuto l'Iran 3-0

Calcio

Con una doppietta realizzata nel secondo tempo, l'attaccante Osako del Werder Brema trascina il Giappone in finale di Coppa d'Asia. Haraguchi chiude i giochi allo scadere, ora i Samurai aspettano la vincente tra gli Emirati Arabi di Zaccheroni e il Qatar

COPPA D'ASIA: LE MIGLIORI STORIE - 10 TALENTI DA SCOPRIRE

SBAGLIA CON LA CINA, IL GUANGZHOU LO METTE FUORI SQUADRA

È il Giappone la prima squadra finalista della Coppa d’Asia 2019. La nazionale guidata da Hajime Moriyasu ha sconfitto per 3-0 l’Iran di Queiroz e ha staccato il pass per la finalissima che si giocherà venerdì 1 febbraio allo Sheikh Zayed di Abu Dhabi. Succede tutto nel secondo tempo, con l’attaccante del Werder Brema (acquistato dal Colonia la scorsa estate) Yuya Osako in grande spolvero e autore di una doppietta: al 56’ arriva il primo gol, un colpo di testa su assist di Minamino; poco più di 10 minuti e ancora Osako chiude i giochi, segnando un rigore concesso dal var per un fallo di mano in area di rigore. Con l’Iran sbilanciato in avanti, nei minuti di recupero arriva il sigillo finale dei Samurai, siglato da Haraguchi.

Ora il Giappone attende di conoscere il proprio avversario: una tra Qatar e gli Emirati Arabi di Alberto Zaccheroni, che si affronteranno martedì 29 gennaio. Zaccheroni, che allena la squadra organizzatrice del torneo, ai quarti di finale ha fatto fuori l’Australia grazie ad un gol al 68’ di Ali Mabkhout.

I più letti di calcio