Argentina, Racing Avellaneda campione: primo trofeo da dirigente per Diego Milito

Calcio

Il Racing Avellaneda vince il campionato argentino con un turno di anticipo. Prima gioia da direttore sportivo per il Principe: "Festa speciale, l'ho vissuta da tifoso. Primato frutto dell'organizzazione". Decisive le reti di Lisandro Lopez

RACING AVELLANEDA, CULLA DI ATTACCANTI: DA MILITO A LAUTARO

QUANDO MILITO ERA STATO UN COLPO IMPOSSIBILE DEL MERCATO ITALIANO

Primo trofeo da dirigente, con lo stesso club che cinque anni fa aveva fatto trionfare con gli scarpini ai piedi. Diego Milito festeggia il trionfo del Racing Club Avellaneda, società della quale è il direttore sportivo. Il Racing ha vinto il campionato argentino grazie all'1-1 ottenuto sul campo del Tigre, risultato che ha permesso di conservare i quattro punti di vantaggio sul Defensa y Justicia (fermato con lo stesso punteggio dall'Union Santa Fe) a un turno dal termine del campionato. Decisiva la rete di Augusto Solari, cugino dell'ex allenatore del Real Madrid Santiago. Titolo numero 18 nella bacheca dell'Academia, in testa senza sosta dalla quarta giornata e forte di una serie di primati: nessuno in stagione ha vinto quanto il Racing (17 partite) e nessuno ha perso così poco (2 sconfitte). Merito del miglior attacco e della miglior difesa del torneo, ma anche della guida di Eduardo Coudet, allenatore 44enne arrivato ad Avellaneda nel gennaio 2018 dopo il biennio al Rosario Central, squadra condotta in finale di coppa nazionale per due anni di fila. L'allenatore ha dimostrato carattere, soprattutto a inizio 2019, quando si è trattato di mettere fuori rosa la stella della squadra, Ricardo Centurion, dopo un plateale diverbio per una sostituzione. Alla fine ha avuto ragione il gruppo, che ha vinto anche senza l'ex Genoa in campo. A trascinare la squadra a suon di gol è stato invece il 36enne Lisandro Lopez, capocannoniere con 17 reti. Anche l'ex Porto e Lione, come Milito cinque anni prima, è tornato a casa per conquistare il primo titolo in Argentina.

Milito: “Gioia meritata, l'ho vissuta da tifoso”

Da attaccante, Diego Milito aveva già vinto due campionati con la maglia del Racing, nel 2001 e 2014 . La prima gioia da dirigente ha avuto un sapore diverso, per diretta ammissione del Principe: “Siamo felici, perché tutti i piani sono finalizzati a questa gioia. Vincere non è mai facile – le sue parole ai microfoni di Fox Sports Argentina – siamo campioni con merito, voglio congratularmi per questo con squadra e staff”. Una festa celebrata con uno stato d'animo speciale: “L'ho vissuto come un tifoso – il commento dell'ex attaccante dell'Inter - è una grande soddisfazione. Da calciatore è diverso, sei in campo, puoi scaricare la tensione, fai parte del gruppo. Il momento chiave della stagione? Dopo l'eliminazione con il River Plate in Copa Libertadores la squadra ha garantito che avrebbe combattuto per la Superliga argentina e ha mantenuto la promessa".

I più letti di calcio