30 agosto 2017

Italia, Chiellini: "Io e Bonucci restiamo come fratelli. Howedes..."

print-icon
Giorgio Chiellini - Italia

Giorgio Chiellini, difensore della Nazionale (Getty)

Le parole del centrale della Nazionale azzurra in conferenza stampa: "Spagna? Non mi aspetto di vincere 3-0, ma neanche di perdere!". Poi sull'ex compagno: "Ero sicuro che sarebbe rimasto alla Juve, ma siamo amici"

CLICCA QUI PER SEGUIRE SPAGNA-ITALIA LIVE

Giorgio Chiellini non teme la Spagna: "Non mi aspetto di perdere 3-0, occorre giocare da grande squadra perché troveremo una Nazionale agguerrita e con un giovane allenatore". Sicuro e concentrato come sempre, il centrale della Juve ha parlato in conferenza stampa dal ritiro della Nazionale a Coverciano. Lui, Bonucci, Bernardeschi e la Juve. Le sue parole.

"Io e Bonucci come fratelli"

Obbligatorio un passaggio su Bonucci e il suo passaggio al Milan: "Ero sicuro che Bonucci sarebbe rimasto con la Juve. Fa piacere tornare insieme qui, con una persona con cui sono stati condivisi tanti momenti, belli e sacrifici. Non so se siamo mai stati la difesa più forte del mondo, conta la squadra. Siamo stati aiutati a mettere in risalto le nostre qualità". E ancora: "Parlammo con lui quando se ne andò, ci siamo parlati. E' stato più che un compagno, si rimane amici e fratelli. Le persone restano. Prima o poi smetteremo tutti di giocare a calcio"

"Russia? Voglio emozioni forti"

Poi sui Mondiali e la partita con la Spagna: "Mi auguro che in Russia si torni a respirare quell'aria che c'era a Montpellier. Sono emozioni forti. Ora siamo tranquilli, ci stiamo preparando bene. Vogliamo dare l'idea di essere una squadra forte, per la crescita di noi stessi. Sarebbe un peccato uscire ridimensionati". Su Morata: "Credo che giocherà ed è eccezionale. Ha ampi margini di miglioramento ancora, lavorare con Conte lo aiuterà a migliorare. Giocatore incredibile, vale i soldi spesi. Se ha spazi da attaccare è devastante, attacca benissimo sui cross laterali, non gli piace giocare spalle alla porta. E' cresciuto tanto". Vendicare Cardiff? "No, è Spagna-Italia, ce ne saranno altre di partite per vendicare. Poi saranno importanti anche le altre sfide dopo quella con la Spagna. Quelle con la Roja ono sempre state gare tattiche e equilibrate, non mi aspetto di vincere 3-0 ma neanche di perdere 3-0", Infine sullo stadio: "Quando giochi quasi non ti rendi conto di cosa succede fuori. E' bellissimo comunque".

Su Bernardeschi e Douglas Costa

"Douglas Costa ha fatto mezz'ora in tre gare, Federico sta lavorando bene e sta facendo ciò che gli viene chiesto. Deve continuare a lavorare, avrà il suo spazio e avrà bisogno come tutti di un periodo di ambientamento, come per Higuain ad esempio. Ma può essere un giocatore determinante, ha qualità tecniche. Con tutto il rispetto giocare alla Juve è diverso rispetto alla Fiorentina per il modo in cui affrontiamo le partite. Può scrivere pagine importanti".

"Howedes? Diverso da Bonucci"

Sulla Juve: "Difficile portare avanti un gruppo immutato. Siamo abituati ai cambiamenti, grossi cambi quest'anno non ci sono stati. Abbiamo speso molto per arrivare a Cardiff e qualche ruggine da smaltire è normale averla. Importante è continuare a far punti anche nelle difficoltà. Howedes? Diverso da Bonucci. Sbagliato cercare un giocatore come Bonucci, così come sarebbe stato sbagliato ricercare uno come Pirlo. Serve trovare un equilibrio di squadra. Buffon se smette? Dovremo continuare a giocare, sarà sostituito da un grande portiere".

I PIU' VISTI DI OGGI