Puskas Award, il solito Ibra: "Non ho visto i candidati, se non ci sono io non mi interessa"

Calcio

Escluso dai pretendenti al premio di miglior gol dell'anno consegnato a Salah, Zlatan ha snobbato il titolo rivendicando la splendida 500^ rete segnata in carriera: "Magari sarò presente nella prossima edizione". A schierarsi al suo fianco ecco l'intervento su Twitter dei Galaxy dal divertente siparietto con la FIFA

IL GRANDE SABATO IN ESCLUSIVA SU SKY

MIGLIOR GOL DELL'ANNO, PREMIATO SALAH

BAMBINA PRODIGIO CANTA L'INNO, IBRA "INCANTATO"

Nessuna sorpresa sulle ultime dichiarazioni di Zlatan Ibrahimovic, d’altronde ormai abbiamo imparato a conoscerlo. Mai banale e poco incline alle mezze misure, lui che a 36 anni si gode l’esilio dorato nella Major League Soccer statunitense dopo aver segnato valanghe di gol in carriera. Recentemente superato il tetto delle 500 reti da professionista, il campione svedese si è lasciato andare all’ennesima dichiarazione "alla Zlatan" a margine di un incontro con la stampa. Stavolta chi è finito nel suo mirino? Momo Salah, Cristiano Ronaldo e ovviamente lo stesso Ibra in materia di Puskas Award. Già, proprio il premio destinato dalla FIFA al miglior gol dell’anno. Riportata in un video dall’account Twitter dei Galaxy, la domanda è infatti relativa al titolo individuale conquistato dall’ex stella della Serie A nel 2013 grazie a quell’incredibile rovesciata contro l’Inghilterra. E pertanto, da vincitore nel recente passato, è stato chiesto un parere sul trionfo dell’egiziano del Liverpool: vietato stupirsi sulle parole dell’asso dei Los Angeles Galaxy.

"No, non penso che il gol di Salah fosse il migliore. Quale avrebbe dovuto vincere? Forse quello di Cristiano Ronaldo. Comunque non so, non ho visto i candidati. Se non c’è un mio gol non sono interessato al premio. La mia rete avrebbe dovuto essere presente, magari nella prossima edizione". Risate dei cronisti e sorriso distensivo dello stesso Ibrahimovic che, ovviamente, ha fatto riferimento alla sua rete numero 500 segnata contro il Toronto FC lo scorso 16 settembre. Un capolavoro innegabile, tuttavia escluso dalla candidatura al Puskas Award complice la recentissima data di realizzazione. Ecco perché il post su Twitter dei Galaxy ha dato il via ad un divertente siparietto con la FIFA che ha commentato: "Non ci siamo dimenticati di te, Zlatan”, facendo riferimento al premio concesso nel 2013. Per rinfrescare la memoria del massimo organo calcistico internazionale, quindi, il club californiano ha diffuso il video della 500^ prodezza dello svedese ottenendo la promessa della FIFA: "La archiviamo", con tanto di gesto d’intesa attraverso una emoji. Insomma, Ibra ha conquistato da tempo gli appassionati statunitensi e punta a trionfare anche dall’altra parte dell’oceano.

I più letti di calcio