Coronavirus, Dunga cuore d'oro: 10 tonnellate di cibo donate ai bisognosi in Brasile

Calcio
©LaPresse

Il capitano del Brasile vincitore dei Mondiali di Usa '94 ed ex ct della Selecao ha donato 10 tonnellate di cibo ai più bisognosi colpiti dall'emergenza Coronavirus nello stato del Rio Grande do Sul, di cui è originario. "Ora la vita ci sfida ad essere solidali, più umani, a diventare persone migliori"

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

Anche Carlos Dunga si aggiunge alla lunga lista di nomi del mondo del calcio che si sono uniti alla lotta contro il Coronavirus su scala mondiale. Il capitano del Brasile vincitore dei Mondiali di Usa '94, e poi ex ct della Selecao, un passato in Serie A con le maglie di Pisa, Fiorentina e Pescara, ha infatti donato 10 tonnellate di cibo tra frutta, verdure, pane e legumi ai più bisognosi. Alimenti distribuiti ad alcuni enti di solidarietà dello stato del Rio Grande do Sul, di cui Dunga è originario, e trasportati dallo stesso ex centrocampista in una delle regioni brasiliane maggiormente colpite dall'emergenza da Covid-19. Il Brasile è uno degli Stati sudamericani con il maggior numero di infetti, 900, e 359 decessi da Coronavirus registrati.

"La vita ci sfida ad essere solidali e diventare migliori"

Lo stesso Dunga ha poi detto la sua sul delicato momento in un video postato su Instagram: "In tanti ci vediamo costretti ad affrontare delle sfide e riusciamo a fare cose incredibili - le sue parole - che non pensavamo di riuscire a fare. Ora la vita ci sfida ad essere solidali, più umani, a diventare persone migliori. Io adesso sfido voi, abbiamo raccolto dieci tonnellate di cibo e la nostra lotta continua".

CALCIO: SCELTI PER TE